latte-dosi

Latte neonato: dosi e quantità

Il latte è l’alimento principale dei neonati almeno fino ai 6 mesi d’età. Nella maggior parte dei casi l’alimentazione avviene tramite latte materno, direttamente dalla madre. Il latte vaccino è infatti un prodotto totalmente naturale in grado di fornire al neonato tutti i principi nutritivi per la corretta crescita e lo sviluppo degli organi interni.

Quando, per svariate ragioni, non è possibile somministrare al bambino il latte materno, si ricorre dunque al latte artificiale, disponibile liquido o in polvere. In questo caso occorre valutare diversi aspetti e scegliere il latte più adatto alle esigenze del neonato. Per una corretta alimentazione occorre inoltre seguire alcune semplici regole: ad esempio la frequenza dei pasti, la quantità di latte in correlazione all’età, i misurini necessari e tutte le buone norme di sicurezza. Bisogna inoltre ricordare che spesso è il neonato stesso a consigliare, tramite il suo comportamento, come quanto e quando dare il latte. Accortezza, calma e consigli del pediatra faranno il resto. Per non essere totalmente impreparati però, vediamo insieme alcuni consigli da seguire non dimenticando che ogni bambino ha le sue specifiche peculiarità ed esigenze.

Quante volte deve mangiare neonato?

Tra le tante preoccupazioni dei neogenitori, l’alimentazione del bambino è sicuramente ai primi posti. Sono tante infatti le domande che si fanno le mamme e i papà non appena il neonato torna tra le mura di casa. In particolare occorre fare chiarezza sulla frequenza dei pasti: quante volte deve mangiare un neonato?

Come in tutto quello che riguarda i bambini in tenerissima età, anche l’alimentazione dipende da caso a caso. A seconda del peso e delle condizioni del neonato è bene infatti consultare il proprio pediatra e stabilire quale sia la frequenza più idonea. È possibile però individuare alcuni “paletti” in cui deve rientrare l’alimentazione dei bambini.

In particolare la frequenza delle poppate, sia con latte materno che con latte artificiale, dovrebbe essere all’incirca:

  • neonati di 1 mese: 6 pasti al giorno
  • neonati di 2 mesi: 5 pasti al giorno
  • neonati di 3 mesi: 5 pasti al giorno
  • neonati di 4 mesi: 4 pasti al giorno
  • neonati di 5 mesi: 4 pasti al giorno
  • neonati di 6 mesi: introduzione dei primi alimenti e circa 3-4 pasti al giorno

Esistono inoltre diverse filosofie di pensiero. C’è chi infatti sostiene di alimentare il neonato ogni qualvolta lo richieda, soprattutto nel caso dell’allattamento al seno. Sarà infatti l’organismo del bambino e il ciclo di sonno-veglia a regolare con il tempo la frequenza. Di diverso pensiero invece chi sostiene di alimentare il neonato ad intervalli regolari e quindi “forzati”.

Quanta quantità in base ai mesi (tabella grammi latte neonato)

Oltre alla frequenza dei pasti, un altro aspetto da considerare è la quantità di latte da somministrare al neonato. Questa varia in base all’età del bambino e soprattutto al tipo di allattamento. In caso di allattamento al seno infatti è difficile conoscere la quantità di latte vaccino succhiato dal neonato. In questo caso sarà sufficiente dare da mangiare al neonato ogni volta che questi lo richiede. Il vantaggio è duplice: da un lato si seguono i ritmi e le caratteristiche dell’organismo del bambino, dall’altro si aumenta la produzione di latte per la mamma.

Al contrario in caso di allattamento con latte artificiale occorre seguire innanzitutto i consigli del pediatra di fiducia. Le variabili in gioco sono infatti molteplici, partendo dal peso del neonato ai suoi eventuali problemi gastro-intestinali, intolleranze e abitudini.

In caso di utilizzo di latte artificiale, i genitori possono optare per il latte liquido già pronto all’uso oppure per il più diffuso latte in polvere da diluire in acqua. In particolare è possibile seguire la seguente tabella dei grammi di latte da somministrare al neonato:

  • Prima e seconda settimana: 80-90 grammi
  • Terza e quarta settimana: 90-100 grammi circa
  • Secondo mese: 150-160 grammi
  • Terzo mese: 160-180 grammi
  • Quarto mese: 180-190 grammi
  • Quinto mese: 190-210 grammi
  • Sesto mese: 200-250 grammi

Quanti misurini?

Per la preparazione del latte artificiale in polvere è consigliato seguire le regole indicate sulla confezione. Ogni marca ha infatti diverse caratteristiche che variano in base a composizione del latte in polvere e capienza del misurino.

Ogni latte artificiale in polvere avrà quindi le indicazioni da seguire per diluire in maniera corretta il preparato. Non vanno dimenticate infine le procedure per la preparazione del latte artificiale. Basta infatti seguire alcune semplici regole, tra cui:

  • lavarsi accuratamente le mani
  • sterilizzare biberon, ghiera e tettarella,
  • far bollire l’acqua e utilizzarla ad una temperatura di almeno 50 gradi
  • agitare il biberon per far sciogliere la polvere
  • raffreddare il biberon fino ad una temperatura di 40 gradi (sotto l’acqua corrente fredda)

Come faccio ad essere sicura della giusta quantità?

Come abbiamo accennato all’inizio, una delle maggiori preoccupazioni dei genitori è capire quanto latte somministrare ai neonati. Tabelle, consigli, regole possono aiutare a tranquillizzare mamme e papà ma fortunatamente i genitori hanno un grande alleato, quasi insospettabile. Si tratta del neonato stesso!

Non dimentichiamoci infatti che siamo esseri umani che seguono ritmi naturali e così come il corpo della mamma solitamente produce il latte materno dopo la gravidanza, così la piccola creatura venuta da poco al mondo vi guiderà alla scoperta del suo corpo.

Secondo la maggioranza degli esperti in materia infatti, occorre dare il latte al bambino quando questi lo richiede. Poche ore dopo la nascita e nei primi giorni ne chiederà poco, mentre una volta a casa dovrete scendere a patti con pianti e poppate notturne. Ma dopo alcune settimane il bambino inizierà a seguire il tradizionale ritmo sonno-veglia e quindi a richiedere il latte di giorno e a riposare di notte.  

Seguendo frequenza e quantità dei pasti e introducendo i primi cibi solidi intorno al sesto o settimo mese, avrete un bambino sano e forte. Da ricordare infine di seguire sempre le indicazioni del pediatra di fiducia e di considerare che ogni bambino ha le sue specifiche esigenze in base a peso, eventuali disturbi e sviluppo dell’organismo.

Per qualsiasi dubbio chiedete al vostro pediatra. Quanto riportato in questo articolo sono consigli che vanno approvati da un pediatra o un ostetrica che segue il vostro bambino

Latte neonato: dosi e quantità
5 (100%) 3 votes

Lascia un commento